Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La Mantia-Moncini: la Spal ha bisogno di voi

Le punte della Spal sono a secco di gol e non hanno rispettato le aspettative di inizio stagione: nella volata finale c’è bisogno delle loro reti per centrare la salvezza

5 gol è lo score realizzativo di Andrea La Mantia e di Gabriele Moncini. Un bottino sterile per due delle punte più attese della serie B. In particolare per bomber LaMa che in cadetteria ha sempre inciso con gran personalità: 11 gol nella stagione 20/21 con l’Empoli, 17 reti nel 2018/19 a Lecce, 12 centri con la maglia del Virtus Entella nel campionato 17/18. Dal canto suo, Moncini ha realizzato 15 gol in 22 partite nella stagione 18/19 a Cittadella.

Il numero 9 e 19 hanno giocato insieme dal primo minuto in 14 delle 30 partite disputate, segnando complessivamente 8 gol. Il loro impiego in coppia è stato messo in discussione a più riprese durante la stagione a causa delle caratteristiche tattiche troppo simili. L’utilizzo simultaneo di La Mantia e Moncini con la maglia da titolare (prevalentemente nelle prime 15 giornate di campionato) ha portato alla Spal 3 vittorie (su 6 complessive) e 15 punti (su 28).

L’ex Empoli e Lecce è stato utilizzato più minuti rispetto al compagno di reparto, tuttavia è l’attaccante originario di Pistoia ad essere più efficace nel gol a fronte dei tiri totali (13,5% contro 9,6%). Statico La Mantia, più dinamico Moncini e propositivo verso i compagni grazie ad una migliore percentuale di passaggi riusciti e ricevuti, di cross, dribbling e assist (4). Il numero 19 romano è infallibile nei contrasti e nei duelli aerei vinti nella metà campo avversaria (61,9%). Non sorprende che 19 dei 52 tiri di LaMa siano di testa, anche se è il Moncio ad aver segnato di più in questo modo (4 gol contro 1). Tuttavia entrambi toccano veramente poco la palla e per questo spesso sono esclusi dal gioco, scollati dal resto della squadra e galleggiano isolati in area avversaria.

Massimo Oddo ha schierato i due attaccanti in contemporanea dal fischio d’inizio solo contro Como e Genoa, i primi due impegni dal suo arrivo. Da lì impiegò sempre il modulo ad una punta, salvo poi variare a partita in corso. Il tecnico pescarese avrà lavorato sulla coesistenza dei due bomber o continuerà l’alternanza?

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Per i biancoazzurri solamente tre successi lontano dal "Paolo Mazza"...
Biancoazzurri artefici del proprio destino. Ma la salvezza potrebbe arrivare già domenica...
domenico di carlo
Il tecnico, al suo ritorno sulla panchina biancazzurra, ha saputo valorizzare le qualità della squadra,...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie