Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Spal, c’è il nome del futuro difensore centrale

Il direttore tecnico biancazzurro è sulle tracce di Nahuel Valentini, difensore argentino con esperienza in serie A e B che già conosce mister Di Carlo

La Spal, come risaputo, è attiva sul mercato per completare la rosa. All’appello di Joe Tacopina mancano, momentaneamente, un difensore centrale di esperienza e una punta centrale, più qualche elemento accessorio.

Il DT biancazzurro Filippo Fusco pare aver individuato il sostituto di Biagio Meccariello e sta seguendo da vicino Nahuel Valentini, argentino classe 1988 rimasto svincolato dopo tre anni al Padova (di cui i primi 6 mesi del 2021 in prestito al Vicenza). Il difensore nato a Rosario («La città del calcio» direbbe Adani) si candida a formare la muraglia centrale della retroguardia biancazzurra insieme a Bruscagin: i due, tra l’altro, si conoscono dai tempi del Lane.

Valentini cresce ed esordisce nel Rosario Central, la squadra della sua città, dove rimane fino al 2013, quando viene acquistato dal Livorno, appena promosso in serie A. Chiude la stagione con 16 presenze e la retrocessione in B. Ingaggiato dallo Spezia, veste la maglia bianca per tre anni di cadetteria per poi essere ceduto agli spagnoli del Real Oviedo in Liga 2. Un’esperienza da dimenticare e, dopo solo 7 apparizioni, torna in Italia all’Ascoli nell’estate del 2018. Il 9 settembre 2020 firma con il Padova un biennale, ma, poco impiegato nella prima parte di stagione a causa di un infortunio muscolare che l’ha tenuto fuori un mese e mezzo, è ceduto in prestito al Vicenza. Rientra a Padova per la stagione 2021/22: dopo un inizio di campionato da titolare inamovibile è costretto a fermarsi due mesi a causa della frattura del quarto dito della falange prossimale del piede destro rimediata durante una seduta di allenamento a fine novembre. A gennaio torna disponibile ma viene accantonato da mister Pavanel e messo sul mercato. Con l’arrivo in panchina di Massimo Oddo, però, l’argentino diventa un punto fermo della squadra e i biancoscudati arrivano a giocarsi la promozione in serie B contro il Palermo. Nella gara di ritorno della finale playoff (persa) Valentini prende un colpo violento alla gamba che lo costringe alla sostituzione dopo appena 20 minuti di gioco: «Quella serata è stata nera. Presi un colpo violentissimo che mi impediva anche di camminare. Dovetti chiedere il cambio, ma una volta sistematomi in panchina mi sentivo in colpa per aver abbandonato i compagni. Pensavo che avrei potuto stringere maggiormente i denti. E invece no, la gamba continuava a gonfiarsi, non riuscii nemmeno a ripartire con la squadra e fui costretto al ricovero in ospedale a Palermo» commenterà in seguito il giocatore. Uno spirito di sacrificio da leader che non passa inosservato e Valentini viene nominato capitano per la stagione 2022/23.

Le caratteristiche fisiche, tecniche e morali fanno del centrale argentino il profilo giusto per la Spal. Inoltre, Valentini ritroverebbe a Ferrara mister Mimmo Di Carlo, di cui è stato sottoposto a Livorno, Spezia e Vicenza. La dirigenza è al lavoro per trovare l’accordo con il difensore.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'Hermannstadt sembrerebbe intenzionata al rinnovo del prestito dell'ex centrocampista biancoazzurro...
L'ex numero 10 biancoazzurro lascia il Catania...
Sono arrivati sette giocatori e ne sono andati via sei. Ora la palla passa a...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie