Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Di Carlo: “Ci abbiamo creduto fino alla fine, questa è la Spal che voglio”

"Qualità e il giusto spirito, la squadra cresce di partita in partita"

di carlo domenico

E’ un Di Carlo soddisfatto quello che si presenta in sala stampa dopo la gara contro la Juventus NG. Tre punti pesanti per la Spal su un campo complicato e, soprattutto, dopo la sconfitta col Perugia che poteva lasciare strasichi pesanti.

“La prima cosa che avevo chiesto dopo Perugia – ha commentato il mister biancoazzurro – era un atteggiamento diverso, e penso che la squadra abbia fatto una prima mezzora di calcio importante con possesso palla, inserimenti e cross contro una buona squadra. Non siamo riusciti a far gol e forse è stata l’unica pecca ma credo che su questo campo non sarà facile per nessuno. Anche emotivamente, poi, per noi non era facile dopo la sconfitta di venerdì, ma la squadra mi è piaciuta perchè ha messo in campo quanto richiesto durante la settimana. Abbiamo mostrato le nostre qualità ma anche quel pizzico di spirito battagliero che serviva; non ci siamo abbassati e abbiamo dato tutto, quindi vanno fatti i complimenti ai ragazzi. Se il gol arriva alla fine vuol dire che i ragazzi ci credono fino alla fine”.

Una vittoria sporca, quindi, che però potrà risultare molto importante per il prosieguo del campionato: “Spero sia un segnale di svolta per la Spal perchè anche oggi c’è da capire che questa è la serie C e queste sono le partite, tutte difficili e complicate, ma da vincere con il giusto spirito e la giusta qualità. Oggi tutti si sono sacrificati e hanno cercato di fare qualcosa di più dopo la gara contro il Perugia. Dobbiamo poi sempre considerare che questa è una squadra nuova, ma ad ogni partita cresce sempre di più. E questo succede anche quando si perde”.

Di Carlo ha parlato anche della formazione messa in campo, con Antenucci e Valentini partiti dalla panchina: “Da qui al 9 ottobre giocheremo ogni tre giorni e dovremo gestire al meglio la rosa. Abbiamo una formazione di qualità con un mix di giovani ed esperti ma avremo bisogno di far ruotare tutti. Siamo consapevoli che il cammino sarò lungo e tortuoso, ma con questo atteggiamento sarà sicuramente meno intricato”.

Le ultime parole su quanto la squadra si stia avvicinando alla sua idea di gioco: “C’è da migliorare molto e ne siamo consapevoli; credo di avere parecchia esperienza e so che quando si cambia tanto e si hanno giocatori giovani ci vuole almeno un mese, un mese e mezzo di calcio giocato per rendere al meglio. In ogni partita si fa esperienza ma questi ragazzi hanno bisogno di conoscersi per capire come sfruttare le qualità singole di ognuno e capirne i movimenti. Quindi c’è da lavorare ma sono convinto che la Spal abbia ancora tanti magini di miglioramento”

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il mister biancoazzurro soddisfatto per la salvezza conquistata...
Zilli e Valentini regalano il successo agli uomini di Di Carlo...
Partita equilibrata senza troppe occasioni da rete...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie