Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Spal-Ancona, Colucci: “Il gruppo è tutt’altro che rassegnato”

Il tecnico: "Dobbiamo trovare il coraggio di fare una giocata in più, se poi si sbaglia non importa perché la volta dopo magari riesce"

Alla vigilia del match contro l’Ancona, il tecnico biancazzurro Leonardo Colucci ha raggiunto la sala stampa del Centro Sportivo “G.B. Fabbri” per la conferenza pre gara. Questi i principali temi trattati dall’allenatore della Spal:

“Come ho sempre detto in passato, noi dobbiamo continuare a lavorare per migliorare e fare qualche errore in meno. Il gruppo è tutt’altro che rassegnato, poi le partite vanno analizzate e va capito dove ci sono i demeriti e dove, invece, c’è anche il merito dell’avversario. A Carrara volevamo giocare in avanti, non ci siamo riusciti più per meriti dell’avversario che per demeriti nostri, di certo non volevamo stare dietro per nostra volontà.”

“L’offensività non dipende dal modulo ma dall’interpretazione che dai alla disposizione in campo. Se vinci un contrasto, indipendentemente dal fatto che sei a tre o a quattro dietro, ti ritrovi nella metà campo dell’avversario, quindi il modulo è relativo.”

“Continuo a dire che i ragazzi si impegnano al massimo, sarebbe facile dire qualcosa di diverso ma a me piace dire quello che penso ed è la verità. Dobbiamo provare a portare l’episodio a nostro favore, cercare di fare qualche errore in meno in modo da giocare una partita più pulita.”

“Ci manca un pizzico di personalità, un po’ di carisma. Dobbiamo trovare il coraggio di fare una giocata in più, se poi si sbaglia non importa perché la volta dopo magari riesce: possiamo tirare più da fuori area, questo lo chiedo spesso ai ragazzi. Noi in settimana lavoriamo su tanti aspetti, poi magari non tutti riescono la domenica. A volte la mancanza di personalità può derivare anche dalla situazione data dal momento, ma a questo si deve sopperire non mollando mai e continuando a provarci, perché prima o poi la giocata giusta arriva e questo ti fa salire l’autostima.”

“L’Ancona è una squadra in fiducia e sarà come sempre una partita difficile. Noi non la dovremo vincere nei primi minuti ma dovremo restare in partita, capire quando è il momento di attaccare e tenere la palla, quando quello in cui dobbiamo difendere senza regalare situazioni all’avversario, perché poi queste sono le situazioni che ti portano ad avere sfiducia.”

*Foto dal sito ufficiale della Spal

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dodicesima vittoria consecutiva per i ragazzi di mister Pedriali...
Sarà Mario Perri della sezione di Roma 1...
L'attaccante ex Trento è tornato sull'importantissima vittoria contro il Sestri Levante...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...