Calcio Spal
Sito appartenente al Network

Lucchese-Spal, Colucci: “Mercato positivo, non mi sento sotto pressione”

Il tecnico biancazzurro: "Capisco la contestazione nata dopo la scorsa partita e preferisco quella alla rassegnazione"

Terminata la rifinitura della vigilia, mister Leonardo Colucci ha raggiunto la sala stampa del Centro Sportivo “G.B. Fabbri” per la conferenza pre Lucchese – SPAL, match valido per la 24° giornata del Campionato di Serie C NOW 2023/2024.

“Il mio giudizio sul mercato è positivo, sono stati inseriti giocatori che servivano nel contesto di un gruppo già importante. Per quanto riguarda la condizione sappiamo che coloro che sono arrivati prima, come Büchel, Zilli e Edera, più giocano e più hanno possibilità di mettere minutaggio nelle gambe. Petrovic ha sempre giocato ed è già in condizione anche dal punto di vista psicofisico, che è l’elemento capace di aiutarti di più in campo, e anche Ghiringhelli è regolarmente a disposizione.”

“Non mi sento sotto pressione. Chi fa questa professione sa che, con rispetto per tutti, bisogna avere le spalle larghe perché siamo giudicati dal risultato. Io sono convinto che tra i nuovi acquisti ed i recuperi di giocatori importanti, già presenti in questa squadra, si potrà fare bene.”

“Capisco la contestazione nata dopo la scorsa partita e preferisco quella alla rassegnazione. La situazione è questa e dobbiamo venirne fuori da uomini. Tutti noi ci mettiamo la faccia ma sono i giocatori che vanno in campo e, al di là delle letture e delle giocate individuali giuste o sbagliate, sono loro che ci devono difendere, è arrivato il momento di mettere il petto in fuori.”

“I portieri stanno tutti e quattro bene dal punto di vista fisico, compreso Alfonso che nei giorni scorsi ha svolto un accertamento medico dal risultato rassicurante. Per quanto riguarda l’impiego dei nuovi, sappiamo tutti che la novità è sempre bella e può essere che qualcuno tra loro parta anche dall’inizio. Noi valutiamo sempre le condizioni nelle quali arrivano i ragazzi, il minutaggio che hanno maturato e tutti gli altri fattori che ci forniscono le indicazioni necessarie per il loro miglior inserimento.”

“Non ritengo ci siano problemi di abbondanza all’interno della nostra rosa, anche perché adesso ci attendono tante partite ravvicinate e a marzo potremo perdere qualche giocatore per le convocazioni in nazionale. Chi gioca anche per un minuto deve dare il massimo e chi non gioca deve dare l’esempio. Bisogna essere professionisti sempre e la prima parte di stagione ci insegna che è sempre meglio avere qualche giocatore in più.”

”Se ci fosse anche solo per un secondo il dubbio che il gruppo non segua l’allenatore, oggi non sarei qui a parlare con voi. Bisogna vedere dove in questi mesi la squadra ha dato il massimo e dove, invece, abbiamo avuto delle difficoltà. Io posso assicurarvi che il gruppo squadra è sano, con valori e pronto a dare tutto sempre.”

“L’arrivo di nuovi giocatori è un elemento importante perché porta energie positive. Oltre a questo, però, c’è una sola medicina ancora più positiva ed è la vittoria, dobbiamo prendercela perché i ragazzi lo meritano per quello che fanno ogni giorno.”

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La sfida salvezza del prossimo 3 marzo sarà giocata a Vercelli ma potrebbe essere senza pubblico...
Torna Tripaldelli a sinistra, in avanti ballottaggio Petrovic-Zilli...
"Nelle ultime tre partite l’atteggiamento messo in campo mi è piaciuto molto e deve essere...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...