Calcio Spal
Sito appartenente al Network

Verso Pescara-Spal, Di Carlo: “Ora dobbiamo dare continuità”

"Voglio vedere la stessa determinazione, lo stesso coraggio ed uno spirito di squadra elevato, come contro la Recanatese"

Concentrato e determinato per la fondamentale gara di domani contro il Pescara. Così è apparso in conferenza stampa mister Di Carlo alla vigilia della sfida che dirà se la Spal ha effettivamente imboccato la strada della ripresa o meno. “Dopo la vittoria di venerdì contro la Recanatese abbiamo lavorato innanzitutto sulla fiducia e sulla testa della squadra. Aver vinto in dieci contro undici non era semplice e il gruppo ha dimostrato ancora una volta che quando si fa la prestazione e si crede in qualcosa di importante, come ottenere una vittoria, il risultato poi arriva. Oltre a ciò abbiamo lavorato anche sul gioco, perché è un aspetto sul quale possiamo e dobbiamo crescere ancora, a partire dalla partita di domani contro il Pescara. Ci attende una squadra dalla grande velocità, che gioca sempre in avanti, pressa in avanti e, quindi, dovremo essere bravi noi a giocare in verticale. Dopo la vittoria di venerdì la mia felicità era tutta per i giocatori, per il Club, e per i tifosi. Ad oggi, però, abbiamo fatto ancora poco perché la classifica ci dice che bisogna correre forte, tenendo conto anche del ritmo delle squadre davanti a noi. Bisogna sempre guardare una partita alla volta e adesso tutta la nostra concentrazione deve essere rivolta al Pescara: andremo a giocare in uno stadio importante contro una squadra che ha grande gamba e velocità ed io mi aspetto una partita di spessore alto e di furore agonistico elevato.”

I tre punti conquistati venerdì scorso sono stati fondamentali, ma il mister biancoazzurro guarda avanti e vuole che la squadra metta in campo le stesse caratteristiche messe contro i marchigiani: “Tutto il gruppo, compreso me stesso, ha voglia di dimostrare la forza, la capacità e la qualità che sono proprie di questa squadra, tanto nei singoli giocatori quanto nel collettivo. Io stesso devo tenere la corda sempre tirata e stare sul pezzo perché non abbiamo fatto ancora nulla: la partita di venerdì è andata bene, siamo stati bravi ed abbiamo recuperato la giusta prestazione ed il giusto atteggiamento, ma ora dobbiamo dare continuità. Voglio vedere la stessa determinazione, lo stesso coraggio ed uno spirito di squadra elevato, perché abbiamo voglia anche noi di dare soddisfazioni alla Società e ai tifosi, facendo vedere che la squadra in realtà non è così brutta come la si riteneva prima”.

La classifica rimane deficitaria, visto che nell’ultimo turno in coda hanno vinto quasi tutte, ma Di Carlo guarda avanti e non vuole preoccuparsi troppo: “Ai ragazzi l’ho ripetuto anche oggi: in questo momento non dobbiamo guardare la classifica, ma dobbiamo guardare soltanto a noi stessi, a quello che possiamo fare, all’atteggiamento ed alla positività messa in campo contro la Recanatese. È necessario continuare a lavorare su questi aspetti perché solo con prestazioni di spessore possiamo trascinare i nostri tifosi. Se vogliamo andare a Pescara a giocarci la nostra partita dovremo mettere in campo questo atteggiamento, sarà necessario saper soffrire ma con la convinzione di andare lì e fare risultato.”

Articoli correlati

La gara in programma domenica 3 marzo sarà disputata a Vercelli...
Spal Primavera in trasferta sul campo dell'Albinoleffe...
Il difensore biancoazzurro non nasconde l'amarezza per la vittoria sfumata...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...