Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pontedera-Spal, Di Carlo: “Gara ricca di tranelli, saranno decisivi i duelli”

Il tecnico biancazzurro: "Sarà una bella battaglia, ma ci siamo preparati bene. Abbiamo voglia e determinazione per ottenere il massimo"

Il tecnico della Spal, Domenico Di Carlo, ha presentato così, in conferenza stampa, il match di domani contro il Pontedera: “Sarà una partita ricca di tranelli. Il Pontedera è in salute e in casa loro, sul campo sintetico, saranno decisivi i duelli individuali. Sarà una bella battaglia, ma ci siamo preparati bene. Abbiamo voglia e determinazione per ottenere il massimo”.

Obiettivi. “Serve tenere il passo. Noi stiamo andando in cerca della continuità e abbiamo voglia di tirarci fuori da questa situazione di classifica: se ci guardiamo dietro, abbiamo solo due punti in più della zona playout. Ma c’è anche la consapevolezza di una squadra che lotta, ci crede e non abbassa la testa quando subisce gol. E’ questo lo spirito che voglio vedere.Play Off? Sappiamo tutti benissimo che non bisogna staccare la spina o alzare il piede dall’acceleratore. Il primo obiettivo è la salvezza, evitando i playout che sono un terno al lotto, molte volte indecifrabili. Una volta raggiunto questo traguardo, poi vedremo se ci sarà modo di cambiare obiettivo”.

Maistro. “Io ho visto un qualcosa di diverso nella squadra, non nel singolo giocatore. Di Maistro mi è piaciuto l’atteggiamento di ‘sporcarsi’, di recuperare fino all’area di rigore, di andare in scivolata”.

Formazione. “Qualche cambiamento ci sarà sicuramente, ma in positivo. Tutti i ragazzi stanno bene. Un paio di giocatori hanno avuto qualche problemino in più nel recuperare, ma non dirò di chi si tratta. Ghiringhelli, comunque, è a posto”.

Iglio e Siligardi. “Stanno bene, ma sta bene tutta la squadra. Quindi Iglio e Siligardi, quando ci sarà bisogno, aiuteranno i compagni, a seconda delle caratteristiche tattiche e tecniche. La settimana prossima faremo il punto anche su Bassoli per capire quando potrà ricominciare a lavorare con noi”.

Antenucci. “Come tutta la squadra, Mirco si è ritrovato in fiducia attraverso poche indicazioni e uno spirito di rivalsa. Era una situazione difficile e nessuno voleva accettarla: l’allenatore ha dato gli input, poi sono stati bravi tutti a credere nella strada. Lui è un giocatore di qualità superiore per la Serie C”.

Tacopina. “Il momento è positivo e la vicinanza del presidente fa piacere, perché porta energia. Come la portano anche i tifosi. Bisogna solo continuare”.

Articoli correlati

E' possibile acquistare i tagliandi per il settore riservato ai sostenitori spallini al prezzo speciale...
Dopo le due gare saltate contro Entella e Pineto, l'attaccante biancoazzurro dovrebbe essere disponibile per...
nahuel valentini
Il tecnico biancazzurro guida l'undici ideale scelto dalla redazione di TuttoC relativo alla penultima giornata...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie