Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il punto sulle Fere alla vigilia di Spal-Ternana

La Ternana tenta la volata finale verso i playoff passando per un “Paolo Mazza” che non gli è amico. Lucarelli alla ricerca di un regalo per festeggiare al meglio le 100 panchine

Nella 31° giornata la Ternana raggiunge il “Paolo Mazza” per strappare una vittoria che a Ferrara manca da 14 anni. Le Fere cercano il secondo successo del Lucarelli bis dopo l’1 a 0 contro il Bari, anche se le statistiche fuori casa non sorridono troppo ai rossoverdi.

TRASFERTE La Ternana non vince in campo avversario da 9 partite: l’ultimo successo risale al 15 ottobre a Benevento (2-3). Lontano dal “Liberati” i rossoverdi fanno la metà dei punti (13 in trasferta, 26 in casa) e subiscono il doppio dei gol (24 fuori casa, 12 a Terni). Rimane invece pressoché invariata la realizzazione con 13 reti concretizzate in trasferta e 16 tra le mura amiche.

GOAL Il problema delle marcature accomuna Ternana e Spal: gli estensi hanno finalizzato 2 reti in più rispetto alle Fere (31 contro 29), anche se 8 posizioni separano le due squadre. 5 gol per La Mantia e Moncini, 5 gol per Favilli e Partipilo in un’annata complicata sia per i bomber estensi che per i centravanti rossoverdi. Tra i più prolifici delle Fere ci sono poi i centrocampisti Palumbo e Coulibaly, rispettivamente con 4 e 3 segnature.

CLASSIFICA Le prossime due partite di campionato sono importanti sia per i biancazzurri, per scrivere un epilogo diverso rispetto alla retrocessione, sia per la Ternana, in bilico a metà classifica. Contro le ultime della classe (Spal e Brescia) si dirà molto sul finale di stagione rossoverde: lottare per i playoff (a 3 punti di distanza) o rischiare i playout (lontani 6 lunghezze)?

PANCHINA Quella di sabato a Ferrara sarà la 100° partita di Cristiano Lucarelli sulla panchina delle Fere. Il tecnico livornese è a Terni da agosto 2020 e dopo aver raggiunto la promozione in serie B e il 10° posto nella stagione scorsa, è stato esonerato a novembre dal presidente Stefano Bandecchi per aver deluso le aspettative in merito al campionato corrente. Al 7° posto, dopo 22 punti conquistati nelle prime 14 giornate (di cui solo 3 nelle ultime 5, «una media da retrocessione» aveva tuonato Bandecchi), Lucarelli era stato allontanato in favore di Aurelio Andreazzoli. L’allenatore ex Empoli ottenne 13 punti in 12 partite ma si dimise alla 26° di campionato dopo la sconfitta contro il Cittadella poiché non erano arrivati i risultati sperati e aveva tra le mani una rosa costruita per il suo predecessore. In occasione di quella gara Bandecchi scambiò sputi e colorati improperi con i tifosi. Panchina quindi ri-affidata a Lucarelli per il secondo mandato, forte del contratto fino al 2025 già sottoscritto a dicembre 2021.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

A due gare dal termine del campionato i biancoazzurri possono ancora sperare negli spareggi promozione...
I più fiduciosi tra i tifosi biancoazzurri guardano addirittura al decimo posto...
mimmo di carlo spal
Ben 22 punti in 12 partite. Meglio della Spal, nel medesimo periodo, hanno fatto soltanto...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie