Calcio Spal
Sito appartenente al Network

Verso Benevento-Spal: il punto sulla Strega prima della partita-riscatto

Destini incrociati per evitare la retrocessione: Benevento e Spal cercano la redenzione con la vittoria nel giorno dell’Angelo

I tre punti in palio lunedì 10 aprile al “Vigorito” farebbero molto comodo ad entrambe le formazioni. Spal e Benevento sono al momento rispettivamente in 18° e 19° posizione a pari punti (29): a separarle solo la differenza reti (-11 i biancazzurri, -12 i sanniti). Infatti, la stagione della Strega e degli estensi è stata molto simile nel cammino che ha portato le due compagini fin qui.

Non bene il momento di forma, sia per i giallorossi che per i ragazzi di Oddo. È vero che, in realtà, dall’inizio del campionato le due squadre non hanno mai vissuto un periodo positivo e fortunato, ma in particolare nel girone di ritorno le cose si sono aggravate. Dalla rentrée di gennaio il Benevento ha conquistato 7 punti in 12 gare, peggio solo il Brescia (3). La Spal ne ha ottenuti 9 e viaggia con una media stagionale gravemente insufficiente di 0,94 punti a partita.

L’ultimo successo della Strega risale al 18 febbraio nella sfida casalinga vinta 1-0 contro il Brescia. Da allora sono passate 6 partite in cui Letizia e compagni non sono andati oltre 3 pareggi (Ascoli, Ternana, Como) e 3 sconfitte (tutte per 2-0 contro Südtirol, Pisa e Bari). Lunedì 10 aprile, quindi, i sanniti cercheranno a tutti i costi di ottenere un trionfo che davanti ai propri tifosi manca da quasi due mesi. Per l’occasione la società ha lanciato una speciale promo: 6 euro in tutti i settori per le gare casalinghe contro Spal e Reggina. L’obiettivo è superare gli ottomila spettatori, abbonati compresi, mai accaduto in questo 2023 al “Vigorito”. Presenti anche poco più di 50 tifosi biancazzurri (dato parziale) a sostenere i propri colori.

Nelle ultime 3 partite il Benevento ha ricevuto 3 espulsioni (contro il Bari addirittura 2: Acampora e Viviani, squalificati per la sfida di Pasquetta). Numeri che non sorprendono, dal momento che i sanniti sono la prima squadra in Italia per ammonizioni e la seconda nei top 5 campionati d’Europa per media di cartellini gialli a partita (110 in totale). Stesso discorso vale per le espulsioni: con Caserta 0 in 6 partite, con Cannavaro 3 in 17 partite, con Stellone 5 in 8 sfide. «O passa la palla, o passa la gamba: entrambe no» diceva qualcuno.

I destini analoghi di Spal e Benevento sono anche nei gol e negli allenatori. Se a lungo si è parlato dei problemi realizzativi dei biancazzurri, la realtà è che la Strega è il peggior attacco del campionato con 23 reti. Il miglior marcatore giallorosso è Andrès Tello, a segno 5 volte, tuttavia la presenza del colombiano nell’impegno di lunedì è in dubbio a causa di un trauma distorsivo provocato da un contrasto in allenamento. Il centrocampista numero 8 non giocò contro Dickmann e compagni neanche all’andata a causa di un problema muscolare. Parlando poi di allenatori, anche i sanniti hanno cambiato 3 volte tecnico nel corso della stagione: Caserta, Cannavaro ed ora Stellone si sono avvicendati sulla panchina giallorossa, non facendo mai decollare una squadra che oggi rischia pesantemente di retrocedere. Appuntamento alle 12.30 di lunedì 10 per scoprire chi sarà un po’ più vicino ai playout e chi un po’ di più in serie C.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nel mercato di riparazione servirà intervenire in quasi tutti i reparti...
Biancoazzurri ora penultimi alla pari del Sestri Levante...
Negli ultimi dodici mesi i biancazzurri hanno perso oltre il 50% delle gare disputate tra...

Dal Network

Iannoni e Vazquez hanno ribaltato l’iniziale vantaggio locale firmato da Valentini. Nel Grifo in campo...

Diramata la lista dei 23 biancorossi che prenderanno parte alla trasferta di Ferrara: esclusi gli...