Calcio Spal
Sito appartenente al Network

Verso Modena-Spal, un traguardo importante per Alfonso

Il profilo del numero 1 biancazzurro che si appresta a festeggiare 200 presenze in serie B

Nella stagione corrente la Spal ha cambiato più volte modulo e interpreti, complice l’avvicendamento in panchina tra Roberto Venturato, Daniele De Rossi e Massimo Oddo. L’unica certezza indiscussa e comune alle tre gestioni riguarda l’estremo difensore: Enrico Alfonso. Il numero 1 biancazzurro ha collezionato 32 presenze, assente solo contro il Frosinone quando lasciò la difesa dei pali a Pomini dopo l’infortunio rimediato a Genoa, dove fu sostituito da Brazão. Mai in discussione la sua titolarità con i tre tecnici, Alfonso ha subito 40 gol in serie B mantenendo invece la porta inviolata 9 volte (28,1 %). Incline a giocate a favore di camera stile Neuer e capriole alla Magic Mike Maignan, l’estremo difensore padovano ha alternato prestazioni mirabolanti da supereroe (contro la Reggina in primis) a partite opache in cui non ha garantito la piena sicurezza e si è concesso qualche scelta discutibile di troppo (l’ultima proprio con il Benevento rischiando di favorire il pareggio avversario). Un rendimento incostante che comunque non mette in dubbio l’importanza della sua presenza in campo.

Nel derby contro il Modena, Enrico Alfonso festeggerà le 200 presenze in serie B. Il portiere spallino classe 1988 (35 anni il prossimo 4 maggio) è cresciuto nelle giovanili del Chievo Verona e nel 2005 è stato promosso in prima squadra come terzo portiere, tuttavia senza mai scendere sul terreno di gioco. Il suo esordio tra i professionisti è arrivato l’anno successivo al Pizzighettone, squadra militante in C1 nella quale viene mandato in prestito. Nell’estate del 2007 è acquistato in comproprietà dall‘Inter e veste la maglia nerazzurra negli ottavi di finale di Coppa Italia nella vittoria 3-0 contro la Reggina. Dopo una serie di prestiti (Venezia, Pisa, Modena) e le esperienze sui campi della Lega Pro (Cremonese, Vicenza, Pro Piacenza) si trasferisce nel 2015 al Cittadella: è l’anno della svolta perché al termine del campionato i granata vengono promossi in serie B. Nel 2018 passa a parametro zero al Brescia: da primo portiere conquista la promozione in serie A, dove però diviene il secondo di Joronen. Fa il suo debutto in massima serie il 29 ottobre 2019, a 31 anni, nella sconfitta 1-2 contro la sua Inter. Ad agosto 2020 rescinde il contratto con le rondinelle e a distanza di 8 anni torna alla Cremonese, dove raccoglie 8 presenze in un anno e mezzo. Dal 29 gennaio 2022 è un portiere della Spal.

Enrico Alfonso non sarà l’unico a festeggiare nella prossima giornata. A quota 199, oltre al portiere biancazzurro, c’è anche la guardia del Cosenza Alessandro Micai. Puntano alla presenza n.150 Jacopo Segre del Palermo e Giuseppe Bellusci dell’Ascoli, quota 100 (si parla sempre di serie B) potrebbe arrivare per il trequartista del Perugia Christian Kouan, tutte con la maglia del Grifo, e per il centrocampista del Modena Marco Armellino.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nel mercato di riparazione servirà intervenire in quasi tutti i reparti...
Biancoazzurri ora penultimi alla pari del Sestri Levante...
Negli ultimi dodici mesi i biancazzurri hanno perso oltre il 50% delle gare disputate tra...

Dal Network

Iannoni e Vazquez hanno ribaltato l’iniziale vantaggio locale firmato da Valentini. Nel Grifo in campo...

Diramata la lista dei 23 biancorossi che prenderanno parte alla trasferta di Ferrara: esclusi gli...