Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Modena-Spal 0-0: Gatto Silvestro ancora a bocca asciutta

Il derby del Braglia termina a reti bianche: arriva il punto richiesto da Oddo, ma in fondo il rammarico c’è

La sfida tra canarini ed estensi torna al “Braglia” dopo 23 anni e le tifoserie sugli spalti si scaldano fin da subito: fumogeni gialloblù da una parte e sciarpata biancazzurra dall’altra.

Il parziale è amaro per la squadra di mister Oddo, in vantaggio per occasioni da gol sugli avversari. Nei primi minuti Diaw si rende subito pericoloso ma Meccariello e Arena gli costruiscono un vestito stretto al punto giusto da non farlo più respirare. La Spal è libera di cercare il vantaggio e costruisce azioni insidiose a ripetizione: doppio tentativo di Nainggolan a pochi minuti di distanza, prima con un tiro al volo che supera la traversa e poi rasoterra a lato del palo. Buone a metà le prestazioni di Moncini e La Mantia. Al 24′ il numero 9 biancazzurro recupera palla in area avversaria, si invola verso la porta ma calcia troppo frettolosamente a causa della copertura di Silvestri (già ammonito). Al 30′ l’ex Empoli è bravo a controllare la sfera con la suola in area gialloblù e a calciare, ma il tiro è centrale e Gagno blocca senza difficoltà. Nel finale è lo stesso La Mantia a sbagliare lo stop e a non sfruttare il traversone di Dickmann che l’aveva pescato smarcato. Per il ModenaFalcinelli e Diaw fanno paura ad Alfonso ma trovano solo l’esterno della rete. Buon segnale dei biancazzurri nel primo tempo ma l’incapacità di sfruttare i tentativi creati e trovare il vantaggio sa tanto di occasione sprecata.

Sale infatti il Modena nella ripresa grazie alle sostituzioni di Tesser e, usciti dagli spogliatoi, i canarini sono più attivi e aggressivi. Un’azione insidiosa dopo l’altra dei padroni di casa ma la Spal regge l’assedio soprattutto grazie a Meccariello, provvidenziale e risolutivo con chiusure e anticipi degni di nota (scambio tra Ionita e Diaw, cross di Gerli per Silvestri, fallo tecnico su ripartenza che gli è costato il cartellino giallo e la squalifica nella prossima gara perché già diffidato). Al 82′ altro pericolo tra le file biancazzurre: Diaw approfitta di un tiro a giro di Duca sporcato da Dalle Mura, ma il suo colpo di testa è deviato da Alfonso. Nella seconda frazione la squadra di Massimo Oddo non va oltre un paio di colpi di testa deboli (Rauti e Moncini) che non impensieriscono Gagno.

Spal e Modena si tengono un tempo per parte e un timido punto. I biancazzurri scivolano al penultimo posto dopo la vittoria del Brescia sulla Reggina. 0-0 anche tra Perugia e Cosenza e la coda della classifica si infittisce ulteriormente ma di fatto le distanze per gli estensi rimangono inalterate: -1 la zona playout, -4 la salvezza diretta. Un punto che rispecchia la previsione di Oddo alla vigilia: «Abbiamo ancora il destino nelle nostre mani e due partite importantissime: la prima è il derby contro il Modena, fondamentale ma non da vincere a tutti i costi. L’obiettivo è fare il maggior numero di punti possibile, almeno 4, poi tra due partite trarremo le somme». Tutto giusto, ma ora è obbligatorio vincere contro il Perugia.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I ragazzi di mister Grieco sprecano un rigore e vengono battuti 2-1...
spal pineto curva ovest
Nell'ultimo impegno stagionale al Mazza i biancazzurri hanno ottenuto la matematica salvezza e sugli spalti...
Il presidente biancoazzurro è tornato a parlare della salvezza raggiunta dalla sua squadra...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie