Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Spal-Parma 0-1, bomba d’acqua su Ferrara: biancazzurri retrocessi in serie C

I biancazzurri retrocedono in serie C a una giornata dal termine del campionato: fumogeni e petardi in campo e partita interrotta nel finale

I sogni serie B della Spal si spengono sul rigore di Vazquez: dopo 7 anni i biancazzurri tornano in serie C e con la sconfitta nel derby emiliano arriva anche la certezza matematica della retrocessione. Forte contestazione all’82’ da parte della Curva Ovest con fumogeni e petardi in campo: c’è un non so che di ironico in tutta l’atmosfera che si respira al “Mazza”. Nonostante la rabbia nei confronti dei giocatori (striscione ad hoc per escludere «Prati, Contiliano, Puletto e Parravicini, uomini veri in un gruppo di bambini») la Ovest continua a cantare sulle note di “Siamo noi la Spal” a difesa della maglia biancazzurra.

Fischio d’inizio: i biancazzurri ci mettono 15, 20 minuti per scendere in campo e i ducali palleggiano indisturbati: i gialloblù amministrano il gioco e mettono in difficoltà i padroni di casa con tante imbucate, lanci in profondità e tagli in area. Al 20′ primo squillo degli estensi con Rauti. Da lì in poi la squadra di mister Oddo si rende pericolosa a più riprese contro un avversario che addormenta il gioco per poi trovare il guizzo pericoloso. Tacco di Moncini al 23′ e salvataggio di Chichizola che rimedia alla non-trattenuta di qualche secondo prima. Anche Maistro scalda i guantoni dell’estremo difensore ospite con un calcio di punizione indirizzato sotto la traversa. Sfuma anche la doppia occasione con Dickmann e Prati a pochi minuti dal duplice fischio.

Nella ripresa Spal pericolosa solo con il tiro telefonato di Moncini dopo l’unico aggancio riuscito della partita. AL 75′ palo dei ducali, la palla torna indietro e Meccariello va per spazzare ma colpisce Camara che si era avventato sulla sfera: calcio di rigore realizzato dal Mudo Vázquez. Dopo 7 minuti parte la contestazione dagli spalti della Curva Ovest con fumogeni e petardi verso il campo. Irrati interrompe la gara per 5 minuti e la concentrazione dello stadio intero si sposta dal terreno di gioco alla Curva di casa. Nel finale la Spal non combina niente e dopo il triplice fischio il tifo organizzato richiama la squadra al grido di “Uscite senza la maglia”: i giocatori osservano svaniti lo scenario davanti ai loro occhi e tornano negli spogliatoi.

La situazione fuori dal campo è in via di evoluzione: la tensione intorno a Corso Piave è alle stelle.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

joe tacopina
Il presidente dovrebbe atterrare oggi in Italia e raggiungere la squadra, con la speranza di...
Spal Primavera contro il Como per continuare la corsa play-off...
A inizio stagione le due squadre erano indicate tra le più accreditate per il salto...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie