Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

“Ci credevo ma non siamo stati all’altezza”, così Oddo sulla retrocessione della Spal

“Venire alla Spal non è stato un errore, ma non mi aspettavo di trovare così tanti problemi”

Amareggiato e deluso per la retrocessione, consapevole di quelle che sono le proprie responsabilità e sempre estremamente lucido nelle dichiarazioni, come è sempre stato in questi mesi a Ferrara. L’ultima conferenza di mister Oddo racchiude tanti pensieri ed è inevitabile ripartire da quanto successo sabato scorso: “Credo che oggi sia importante che ognuno si assuma le proprie responsablità per quelle che sono le proprie competenze ed il proprio ruolo, anche e soprattutto nel rispetto della piazza e dei tifosi. Non è mia intenzione addossare le colpe sugli altri perchè non è una cosa nè bella nè giusta da fare, e sembrerebbe quasi di voler trovare degli alibi. Sono qui in rappresentanza di me stesso e del mio staff e mi assumo le mie responsabilità. Abbiamo dedicato tempo e passione al raggiungimento di un obiettivo, ma non siamo stati all’altezza perchè se lo fossimo stati saremmo riusciti a salvare la squadra. So di aver dato il massimo ma questo non è bastato e mi dispiace tantissimo per la città e per la meravigliosa tifoseria che non è mai mancata ed è sempre stata vicina alla squadra”.

Per Oddo non è certo stata un’esperienza facile, da terzo subentrato e all’interno di un contesto carico di tensioni e di difficoltà: “Venire a Ferrara non è stato un errore. Quando ho accettato la Spal ero convinto di poter fare un buon lavoro e portare a termine l’obiettivo salvezza. In passato ci sono state situazioni alle quali ho detto no ad alcune società perchè non avevo la convinzione di farcela mentre qui ero assolutamente convinto. E’ anche vero che quando si arriva in corsa non si sa bene com’è la situazione ed è ovvio che ci siano difficoltà, perchè altrimenti non si sarebbe cambiato. Però sinceramente non mi aspettavo tutti questi problemi anche se poi c’è stata anche un po’ di sfortuna. Non voglio cercare giustificazioni ma abbiamo perso giocatori importanti, vedi Valzania e Naingoolan, in momenti cruciali della stagione, ed è ovvio che anche questo sia andato ad influire. Per quanto riguarda il mio lavoro, alla squadra mi sarebbe piaciuto trasmettere una mentalità diversa. Non è necessario avere dei leader in campo ma bisogna creare una mentalità ben precisa dove anche chi è più limitato a livello di personalità possa crescere attraverso il gruppo. Però questo è possibile farlo solo dall’inizio e non a metà del percorso. All’ambiente, invece, vorrei far capire che sono un allenatore diverso da quello che si è visto in questi mesi;  lo scopo principale è quello di vincere attraverso il gioco, ma per fare questo va costruita una squadra adatta. Io ho dovuto adattarmi a quelle che erano le caratteristiche dei giocatori ma quello che si è visto in campo non è quello che vorrebbe Oddo dalla sua squadra di calcio.”

Chiusura sulla partita di domani contro il Pisa e sulle parole del Presidente Tacopina, che ha confermato di voler tenere la squadra ad allenarsi fino al 30 giugno: “Per quanto riguarda la partita, a livello di convocazioni devo ancora capire e valutare dopo l’allenamento di oggi. Per il resto affrontiamo una partita pericolosa perché in questo momento si rischia una mancanza di motivazioni e le scelte di formazione saranno molto complicate. Cercherò di captare quelle che sono le motivazioni più forti e manderò in campo la squadra migliore possibile, per chiudere il campionato con dignità, per rispetto della maglia e anche del campionato, visto che ci sono ancora squadre in lizza per obiettivi importanti. Sulle dichiarazioni del Presidente, vedremo cosa ci dirà nei prossimi giorni. Noi siamo stipendiati e lui è il datore di lavoro che decide. Faremo i professionisti fino in fondo, l’importante è che ci sia sempre il rispetto della dignità di tutti”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I ragazzi di mister Grieco sprecano un rigore e vengono battuti 2-1...
spal pineto curva ovest
Nell'ultimo impegno stagionale al Mazza i biancazzurri hanno ottenuto la matematica salvezza e sugli spalti...
Il presidente biancoazzurro è tornato a parlare della salvezza raggiunta dalla sua squadra...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie