Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Di Carlo dopo Spal-Imolese: “La squadra continua a crescere ma ci sono tante cose da migliorare”

Il tecnico biancazzurro: "Mi sono piaciuti l'atteggiamento e l'interpretazione della partita da parte del gruppo". Presenti anche i nuovi arrivati Rosafio e Collodel

Al termine dell’amichevole contro l’Imolese (4-2), mister Mimmo Di Carlo ha analizzato la prestazione dei suoi nel quinto test precampionato (sesto se si conta la partita contro la Rappresentativa Val di Sole): «La squadra ha fornito indicazioni importanti in tutti i novanta minuti, mostrando una crescita continua e la ricerca di un sempre maggiore dialogo tra i reparti e gli stessi ragazzi in campo. Ci sono tante cose da migliorare sia in fase difensiva che in fase di possesso, ma mi sono piaciuti l’atteggiamento e l’interpretazione della partita da parte del gruppo».

I bolognesi sono retrocessi dalla serie C al termine dell’ultima stagione sportiva, per cui si profilava un’amichevole impegnativa: «Oggi abbiamo affrontato un avversario tosto – ha commentato il tecnico biancazzurro – e in molte occasioni mi è sembrata già una partita di campionato, permettendomi così di trarre anche delle indicazioni dal punto di vista motivazionale e caratteriale. Sicuramente abbiamo tante cose ancora da migliorare, penso alle giocate tra le linee piuttosto che i due centrocampisti a costruire: sono cose che proviamo, ma ancora non le stiamo facendo con continuità. È normale a questo punto della stagione e servirà ancora tempo per lavorarci su e migliorare, però sono tranquillo perché vedo che il tentativo da parte della squadra non manca mai». 

«Ringrazio anche oggi – ha proseguito mister Di Carlo – i tanti tifosi che ci hanno seguito qui a Budrio per questa amichevole. Noi andiamo sempre in campo con la volontà di trascinare il nostro pubblico mostrando loro un carattere e delle motivazioni, che devono essere più forti di ogni altra cosa». 

Contro l’Imolese ha fatto il suo debutto in maglia biancazzurra Marco Rosafio, fresco di ufficializzazione. All’attaccante italo-svizzero è bastato meno di un quarto d’ora per segnare già all’esordio: «Rosafio non doveva giocare ma poi è entrato in seguito all’infortunio di Contiliano – ha spiegato l’allenatore ciociaro –. Si è allenato questa mattina con noi, gli ho detto di non farsi male nei 15 minuti di gioco e ha fatto vedere un bel gol dimostrando le sue qualità».

In panchina c’era anche Collodel, centrocampista ex Siena arrivato da poco a Ferrara e di cui si attende solo l’ufficialità: «Quando un giocatore viene acquistato è perché ha motivazione e può essere utile alla causa della Spal: riscattare una stagione negativa. Chi arriva qui deve dimostrare che si viene per vincere e lottare 95 minuti» – ha concluso Di Carlo.

Articoli correlati

Il mister biancoazzurro soddisfatto per la salvezza conquistata...
Zilli e Valentini regalano il successo agli uomini di Di Carlo...
Partita equilibrata senza troppe occasioni da rete...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie