Calcio Spal
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

[LIVE] RIVIVI LA CRONACA di Spal-Vis Pesaro (1-0): primo atto della stagione biancazzurra

Pre-partita, formazioni ufficiali e cronaca del primo incontro di campionato tra biancazzurri e rossiniani

LA CRONACA DELLA PARTITA

Prima del fischio d’inizio viene osservato un minuto di silenzio per la tragedia di Brandizzo

1′: Alle 20:48 Vergaro mette il fischietto in bocca e dà il via alla stagione 23/24 della Spal

5′: Siligardi sul punto di battuta della punizione. Mischia in area, il portiere non trattiene e Fiordaliso spinge in rete ma due biancazzurri erano in fuorigioco

7′: Gomitata di Tonucci ai danni di Carraro. Il centrocampista biancazzurro rimane a terra

11′: Corsia di destra frizzante con Fiordaliso e Parravicini che impensieriscono Cusumano in un paio di occasioni e obbligano Tonucci a metterci una pezza

16′: Maistro riceve la sponda di testa di Sits, si mette in proprio e conclude dal limite dell’area ma la palla supera di molto sulla traversa

17′: Siligardi pesca Ante7 oltre la linea difensiva avversaria: il capitano spallino calcia rasoterra nell’angolino opposto e costringe Neri ad un’ottima risposta

21′: Traffico in area rossiniana, dove Antenucci colpisce al volo ma trova il corpo di un avversario

24′: La palla salta da una testa all’altra in area di rigore vissina: Sits appoggia per Antenucci che prova la rovesciata ma stecca la palla. Vis Pesaro all corde: sarebbe ora che la Spal lasciasse partire il primo fendente

34′: La Spal cerca il varco giusto per andare in porta e sbloccare la partita. Siligardi detta i tempi sulla trequarti con grande maestria ma la difesa ospite è ben piazzata e incassa

36′: La Vis Pesaro si fa vedere nell’area di rigore della Spal: Zoia crossa in mezzo dove Sylla salta in testa ad Arena. Del Favero respinge, la palla sfila con Peda che atterra Pucciarelli. Probabilmente in B avrebbero fischiato rigore.

39′: Tripaldelli commette fallo nell’area piccola su Pucciarelli: l’arbitro fa continuare

41′: Maistro impegna Neri dalla lunga distanza, ma il portiere biancorosso si allunga e blocca

45′: Alle 21.33 l’arbitro fischia la fine della prima frazione di gioco senza concedere recupero

46′: 21: 48 – ricomincia la gara senza cambi e ora la Spal attacca sotto la Ovest

46′: Cartellino giallo per Carraro: fallo ai danni di Marcandella nel tentativo di rimediare ad un pallone controllato male

50′: A terra Sits. L’attaccante lettone si fa male al ginocchio mentre cerca di affondare il colpo per recuperare la palla ed esce sorretto da due infermieri. Al suo posto entra Orfei

51′: Lancio dal fondo per Sylla, che aggancia la palla, vince il contrasto con Peda e, uno contro uno con Del Favero fuori dai pali, insacca. Tutto fermo: l’arbitro fischia fallo per l’intervento duro del senegalese sul polacco…richiamo generoso a favore degli estensi

53′: GOL DELLA SPAL! Siligardi sventaglia in area, dove Antenucci incorna in rete (possibile autogol di Tonucci). Il Mazza torna a far festa

66′: Sylla mette fine ad una fase di gioco poco concitata inserendosi nella difesa biancazzurra e colpendo come può verso la porta di Del Favero. Palla fuori

68′: Sylla cerca di imbrogliare l’arbitro tuffandosi in area: Vergaro non ci casca

72′: Orfei continua a provare dribbling su dribbling in area. Abile, veloce e frizzante: è quello che serve alla Spal per non addormentare la partita

80′: Confusione in area di rigore della Spal durante un calcio d’angolo. Del Favero esce per allontanare la palla ma subisce un colpo allo sterno nella caduta. Intanto Tonucci prova la rovesciata: da rivedere

84′: La Vis Pesaro non si dà per vinta e De Vries ci prova dal limite trovando la deviazione in angolo della difesa spallina

90′: 5 minuti di recupero. La Vis Pesaro può ancora sperare nel pareggio ora che è salita in cattedra facendosi sempre più pericolosa dalle parti di Del Favero

91′: Punizione dal limite della Vis Pesaro. Di Paolo calcia sopra la traversa

95′: La Spal gestisce il vantaggio grazie ai contropiede di Orfei e Rabbi e, al triplice fischio, si porta a casa i primi tre punti della stagione.

IL TABELLINO DEL MATCH

Spal (4-3-3): Del Favero, Fiordaliso (75′ Valentini), Peda, Arena, Tripaldelli; Parravicini (65′ Contiliano), Carraro, Maistro (65′ Collodel); Siligardi (75′ Rabbi), Antenucci, Sits (50′ Orfei). A disp: Alfonso, Meneghetti, Bertini, Iglio, Dalmonte, Breit, Rao, Rosafio, Puletto. All. Di Carlo.

Vis Pesaro (3-4-1-2): Neri; Rossoni, Tonucci, Cusumano (76′ De Vries); Mamona, Valdifiori (82′ Rossetti), Iervolino (56′ Loru), Zoia; Marcandella (56′ Di Paola); Sylla, Pucciarelli. A disp: Mariani, Polverino, Nina, Ceccacci, Peixoto, Karlsson, Foresta, Gulli, Da Pozzo. All. Banchieri.

Arbitro: Vergaro di Bari (assistenti Parisi e Colaianni)
Reti: 53′ Antenucci
Note: Spettatori 7.123. Ammonizioni Carraro, Tripaldelli (S), Di Paola, Pucciarelli (V)

PRE-PARTITA

La Spal torna al “Paolo Mazza” dopo 112 giorni da quel 13 maggio in cui venne sconfitta 0-1 dal Parma con il rigore di Vázquez al 75′ sotto la Ovest che condannò definitivamente la squadra guidata da Massimo Oddo alla retrocessione. Quel giorno, dei giocatori oggi presenti che assistettero alla contestazione della Curva con lanci di fumogeni e petardi in campo, c’erano Contiliano, Maistro, Fiordaliso, Parravicini, Arena, Peda Puletto e Rabbi. Il resto della rosa biancazzurra è cambiato, fortemente rivoluzionato.

Subito dopo la fine del campionato 22/23 (conclusosi con la vittoria 1-2 sul Pisa), la società ferrarese si è messa al lavoro per estirpare il seme marcio che ormi aveva ammorbato l’aria di via Copparo e di Corso Piave e per costruire una nuova mentalità, vincente e battagliera, e un nuovo spirito, tenace e risoluto: tutte caratteristiche che i giocatori passati da Ferrara da dopo la retrocessione in B della stagione 19/20 hanno dimostrato ben poco.

Ecco allora che il nuovo direttore dell’area tecnica, Filippo Fusco, ha provveduto ad accompagnare alla porta molti dei giocatori invischiati con la retrocessione e a fondare le basi per una nuova fase. Dentro il miglior direttore d’orchestra della categoria, capace di conquistare la promozione già in tre occasioni (in C1 e in B con il Mantova e ancora in B con il Vicenza). Oltre che per l’ingaggio di Mimmo Di Carlo, le ambizioni della Spal si riflettono anche sul mercato estivo in entrata: esperti del settore, veterani, giovani promosse non ancora sbocciate, uomini-spogliatoio capaci di infondere carisma, ragazzi nel clou della carriera. Un’organico rinnovato, edificato per tornare in fretta in Serie B (argomento di cui non si parla troppo a Ferrara si parla troppo, complice la scaramanzia e i fantasmi del passato) e dato per favoriti dai molti. Da via Copparo emerge la volontà di fare bene, ma un passo alla volta e il primo sarà proprio contro la Vis Pesaro.

I rossiniani arrivano al “Mazza” per la prima gara della loro sesta stagione conseguiva in Serie C. Guidati in panchina da mister Simone Banchieri e sul campo dall’ex spallino Valdifiori, i marchigiani puntano anche quest’anno alla salvezza e, sulla carta, sono inferiori ad Antenucci e compagni. Da Pesaro puntano forte sulla nuova punta Sylla dal momento che i vissini hanno avuto il peggior attacco di tutti e tre i gironi nell’ultimo campionato di C.

Articoli correlati

joe tacopina
Il presidente dovrebbe atterrare oggi in Italia e raggiungere la squadra, con la speranza di...
A inizio stagione le due squadre erano indicate tra le più accreditate per il salto...
peda spal
Mimmo Di Carlo prepara l'undici anti Virtus Entella. Davanti toccherà ancora al duo Antenucci-Zilli...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Altre notizie