Calcio Spal
Sito appartenente al Network

Amarcord, 21 giugno 1962: la Spal perde 2-1 la finale di Coppa Italia contro il Napoli

Il gol del ferrarese ed ex spallino “Gianon” Corelli apre le marcature per i partenopei nella sconfitta della finale di Coppa Italia

La stagione 1961/62 è l’undicesima consecutiva della Spal in serie A. In estate c’è un gran via vai da Ferrara: Gianni Corelli viene ceduto al Napoli e Gianfranco Bozzao alla Juventus, dalla quale arriva l’esperto difensore Sergio Cervato. Paolo Mazza pesca nelle categorie inferiori: Adolfo Gori dalla Lucchese, Carlo Dell’Omodarme dal Como e Silvano Mencacci dal Prato, che con un bottino di 10 reti sarà il miglior realizzatore spallino di stagione. Il fiore all’occhiello dovrebbe essere il nazionale tedesco Erwin Waldner, ex stella dello Stoccarda prelevato dallo Zurigo, ma sarà una delusione.

La Spal si salva con qualche sofferenze in campionato, ma quell’annata sarà ricordata per l’impresa in Coppa Italia. I biancazzurri di Serafino Montanari (subentrato dopo 3 giornate a Luigi Ferrero) spazzano via tutte le squadre sul loro cammino: Verona, Vicenza, Novara e Juventus. Battuti i bianconeri per 4-1, gli estesi approdano in finale contro il Napoli. I partenopei, militanti in serie B e guidati da Bruno Pesaola, sono arrivati fino lì dopo aver sconfitto Alessandria, Sampdoria, Torino, Roma e Mantova. Si gioca in gara secca il 21 giugno allo Stadio Olimpico di Roma.

Alla prima finale assoluta nella competizione, Spal e Napoli scendono così schierate in campo. Per i biancazzurri: Patregnani, Muccini, Olivieri, Gori, Cervato, Riva, Dell’Omodarme, Massei, Mencacci, Micheli, Novelli. Per gli azzurri: Pontel, Molino, Gatti, Girardo, Rivellino, Corelli, Mariani, Ronzon, Tomeazzi, Fraschini, Tacchi.

I ragazzi di Pesaola si portano avanti dopo appena dodici minuti grazie ad una punizione realizzata proprio da “Gianon” Corelli, ferrarese ed ex spallino, da sempre legatissimo a Mazza. Quattro giri di orologio e gli estensi pareggiano con un inserimento di Micheli. Al 34’ il terzino Riva stende Tomeazzi in area di rigore, ma Corelli fallisce la doppietta personale: Patregnani si butta alla sua sinistra e devia in calcio d’angolo. Lo stallo si risolve al 78′, quando Ronzon fa partire un diagonale perfetto dalla destra che si insacca nei pressi del palo più lontano. È 2-1 e i biancazzurri mancano per un soffio l’occasione di iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro di una grande competizione nazionale. L’impresa del Napoli, invece, finisce negli annali: i partenopei vincono il primo trofeo nella storia del club ed eguagliano il Vado, diventando le uniche due formazioni capaci di vincere la maggiore coppa nazionale pur non militando in massima divisione.

foto wikipedia file:1962 Coppa Italia Final – AC Napoli v SPAL – Corelli’s goal.jpg

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La sconfitta del Legnano assegna il primo titolo di serie B ai biancazzurri a due...

2-4 contro il Milan è l’epilogo di una retrocessione già annunciata, ma nella stagione 63/64...

Trentuno anni fa il pari a Siena e la matematica promozione in serie B sotto la...

Dal Network

Iannoni e Vazquez hanno ribaltato l’iniziale vantaggio locale firmato da Valentini. Nel Grifo in campo...

Diramata la lista dei 23 biancorossi che prenderanno parte alla trasferta di Ferrara: esclusi gli...